L’importanza di sentirsi “cittadino”

Perché nasce una lista dei cittadini? Perché io mi ci trovo dentro?

Tanti sono i motivi e le risposte  che ognuno può dare.  Vi presento la mia . E mi aiuto con le parole di un poeta amico, che ha appena pubblicato alcuni suoi bei testi:  Marco Bini.

 Capita nella vita di molti ( nella mia di certo) che appaia, anche in modo persistente, la sensazione di essere “ombra”, “un puntino”. Poca poca cosa.

Che però si interroga. E si sente spinta oltre.

 Oltre il limite. Oltre qualche idea semplicemente e poveramente antagonista. Oltre qualche dichiarazione di scontento. Oltre qualche lamentela.

Si può liquidare questa sensazione con una alzata di spalle. Accettare di non sapere e di non potere, mai e comunque, distinguere il corpo dall’ombra.  

Ma a me, a cui piace chiedermi che mai ci sarà all’orizzonte, capita spesso l’occasione di  incontri e possibilità che tengono alta e desta  la soglia della coscienza e del piacere di esserci.

Parlare insieme, discutere insieme, occuparsi insieme con amorevolezza  della nostra bella cittadina è allora un modo, davvero bello, per vivere, insieme e con umile consapevolezza,  “un tempo forte senza sbavature”.

 

“Da sempre ti chiedi che mai ci sarà all’orizzonte,

che gente si ammassa nel punto di fuga del viale.

Una linea, il risucchio, un puntino. Al centro, perfetto,

come di colpo sul monitor del tuo vecchio Siemens

che ha dato forfait da un paio di giorni (scommetto

che occupava il posto di tutti, presi assieme,

gli aggeggi tascabili che vedi esposti in vetrina).

Ma quando mai hai osato spingerti oltre

il limite, oltre qualche idea antagonista

un po’ vaga, oltre qualche fantasia luddista?

Al massimo puoi dichiararti scontento, il tempo

lamentare avaro, carente; ti va di traverso la svolta

del secolo e liquidi il tutto alzando le spalle

come quel tizio aggiustandosi il ciuffo sembra

a sua volta di te non distinguere il corpo dall’ombra.”   (Marco Bini)

 

 

Manuela Magni Cappi

Annunci
Categorie:

1 Comment

  1. Conservare questo spirito e trasmetterlo, come in questo post, sicuramente aiuta la società a muoversi nell’alveo della civiltà e del bene comune!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...