E’ tempo di ascoltare davvero…

“E’ tempo di imparare a guardare, è tempo di ripulire il pensiero, è tempo di dominare il fuoco, è tempo di ascoltare davvero”  [Settembre, Cristina Donà]

Mercoledì 2 settembre si è riunito il Consiglio Comunale di Vignola con ordine del giorno:

  1. LETTURA VERBALI SEDUTE PRECEDENTI.

  2. LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO PER IL MANDATO ELETTORALE 2009/2014.

  3. VARIANTE EX ART.15 COMMA 4° LETTERA A) L.R. 47/78 RELATIVA AI LAVORI DI “REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO CICLOPEDONALE E DELLE AREE VERDI CONNESSE LUNGO L’ATTUALE VIA DI MEZZO” –– APPROVAZIONE.

  4. APPROVAZIONE VARIANTE AI PIANI PARTICOLAREGGIATI DI INIZIATIVA PRIVATA DENOMINATI “LE CORTI” E “S.G.M. – LEVIM”.

Le linee programmatiche erano state esposte già nella seduta del 7 agosto, ma in quell’occasione ci eravamo accordati perchè la discussione sulle linee fosse posticipata, in modo da permettere ai consiglieri di studiare il documento e prepararsi bene. La discussione si è aperta con una serie di interventi dei consiglieri di maggioranza, che si sono prodigati nel sottolineare tutti gli aspetti positivi dell’azione della precedente amministrazione e nel rassicurare i presenti sui futuri risultati positivi della nuova amministrazione. Per quanto io pensi che ci siano aspetti positivi da tenere in considerazione sia nella passata gestione dell’amministrazione, sia nelle linee programmatiche esposte, mi sembra quantomeno un po’ fuorviante non fare cenno a nessuno dei problemi irrisolti o mal-risolti. Anche nel momento in cui mi sono permessa di ricordare che nel passato sono state fatte delle scelte avventate e delle previsioni sbagliate in campo di istruzione e quindi di chiedere di essere molto cauti nella progettazione del nuovo polo scolastico, sono stata bloccata con un sbrigativo “ah, ma noi non c’entriamo” (consigliere Rabitti). Della maggioranza mi ha colpito proprio questa ferrea volontà di dimostrarsi sicuri e al di sopra di ogni sospetto. Un atteggiamento che credo sia comprensibile nel momento della presentazione delle linee programmatiche, ma avrei certamente preferito un po’ più di umiltà, anche se fosse risultato necessario sacrificare un po’ della sicurezza.

La minoranza non è stata da meno, recitando il suo ruolo in modo impeccabile e anche intenso!

Molto critici gli esponenti della Lega Nord: Fiorini ha citato numerosi punti delle linee programmatiche, facendo un excursus molto preciso (e anche un po’ lungo!!) e lucido sui temi considerati più salienti. Snocciolando i punti come i grani di un rosario, Fiorini è oscillato tra la critica aperta alle idee del PD e l’ironia nei confronti delle proposte più incomprensibili o irrealizzabili contenute nel documento. Molto più polemico l’intervento di Pelloni che, nonostante abbia sollevato tematiche sicuramente importanti e condivisibili (il problema della presidenza di Gasparini e della scarsa pubblicizzazione dei bandi o delle manifestazioni di interesse, per citarne due), a mio parere, ha peccato in irruenza ed ingenuità politica, scadendo in accuse vuote e perdendosi in discorsi a tratti slegati dal contesto.

Il PDL, molto più moderato, ha sottolineato la mancanza di una visione complessiva della città e di un progetto di città chiaro ed unitario, senza addebtrarsi nelle questioni particolari sollevate dal documento.

Sulla stessa linea Rubbiani, che ha ribadito la mancanza di una visione e di un progetto complessivo di città e la necessità di occuparsi, in questo particolare momento storico, dell’economia e degli aiuti alle imprese.

Noi, sulla scia dei nostri predecessori, abbiamo focalizzato l’attenzione sul tecnicismo e sul linguaggio da marketing del documento e sulla mancanza di una chiara idea di città. Accogliendo comunque quanto di positivo ci sia nel documento, abbiamo rivolto l’attenzione alla necessità di portare alla maturazione di un senso di comunità condiviso dai cittadini e, di conseguenza, di portare avanti delle politiche e delle azioni che siano sentite come “sensate” e c0ndivise per e da tutta la cittadinanza. Ho portato all’attenzione del Consiglio tre proposte, concrete e molto semplici nella realizzazione: la possibilità di suddividere gli appalti del Comune tra diverse aziende del territorio anzichè affidarli ad una soltanto, la possibilità di aprire le commissioni alla partecipazione dei cittadini e la possibilità di aderire alle campagne a tutela dell’acqua (“Imbrocchiamola” e “Acqua bene comune”). Vedremo…

 Il sindaco ha risposto in modo chiaro e puntuale a tutti i contributi dei consiglieri: 

  • sottolineando la volontà della nuova amministrazione di intraprendere un percorso di dialogo e condivisione delle scelte
  • focalizzando l’attenzione al futuro dei giovani, di cui il Comune si deve occupare
  • affermando che il documento è molto complesso perchè la visione della città è molto variegata, come sono variegati i cittadini che vi abitano
  • ribadendo la volontà di trasparenza e partecipazione nella gestione della città
  • affermando che il percorso del PSC è interrotto e che il progetto va ripensato e condiviso con la cittadinanza
  • citando la “città sul fiume”, visione della città che ha raccolto.

Note positive che vorrei sottolineare:

  • l’intervento di Moreno Dal Rio che, volendo riportare la discussione del Consiglio, ormai un po’ troppo teorica e politica, sul terreno della concretezza e della realtà, ha espresso l’importanza di non perdere di vista quali siano i reali problemi delle persone che in questi giorni stanno perdendo lavoro e/o investimenti
  • l’intervento dell’assessore Scurani che, come aveva già fatto anche durante la riunione della commissione, ha espresso la volontà sua e dell’amministrazione di cambiare la cultura della gestione del verde in un ottica di partecipazione, sobrietà, sostenibilità,  politica della manutenzione (intelligente!), recupero delle risorse e valorizzazione dell’esistente. Molto importante il discorso sulla necessità di progettare le opere non più in un ottica “monumentale-faraonica”, ma nemmeno solo di risparmi, bensì in un ottica di manutenzione intelligente e sostenibile (economicamente).

La discussione in merito alle linee programmatiche si è conclusa intorno alle 24.00, ma abbiamo deciso di non rimandare la seduta del Consiglio alla serata successiva per evitare l’ulteriore slittamento dei punti all’ordine del giorno.

L’assessore Scurani ha esposto brevemente i due seguenti punti all’ordine del giorno, che erano già stati ampiamente discussi durante la seduta della commissione del 26 agosto. La maggioranza ha votato compatta a favore, sostenendo la bontà delle modifiche in oggetto. Rubbiani si è astenuto in entrambe le votazioni. Il resto della minoranza ha votato contro, sottolineando come i progetti, cui le modifiche si riferivano, avevano seguito un iter lungo e del quale non si erano conosciuti e condivisi tutti i passaggi, impendendo in questo modo la possibilità di votare a favore. Noi, nonostante condividessimo i dubbi del resto della minoranza, abbiamo votato a favore della modifica la punto 3, accordando fiducia al discorso fatto dall’assessore Scurani in merito alla gestione del verde, e ci siamo astenuti nella votazione del punto 4, perchè non vogliamo prendere parte ad una decisione della quale non abbiamo condiviso la nascita e la maturazione.

La seduta si è conclusa intorno all’una.

L’impressione sulla serata è che forse in politica conti di più il ruolo che copri e quanto bene tu lo interpreti, che non quello che veramente puoi offrire per il miglioramento della situazione.

“E’ tempo di ascoltare davvero”. Se deus quiser!

Delibera di approvazione variante Via di Mezzo

Estratto prg variante Via di Mezzo

Relazione urbanistica Via di Mezzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...