Anche Vignola partecipa attivamente alle proteste per la riforma Gelmini dando una grande prova di maturità

quella intrapresa dalle scuole dei Licei e dell’ITC Paradisi e Allegretti
è stata una delle proteste che più condivido
più costruttive

i ragazzi si sono presi la scuola e l’hanno organizzata a modo loro
con l’AUTOGESTIONE
e cosa ne è uscito?
una scuola reale di vita contemporanea, umana e consapevole

tre giorni di lezioni aperte a tutti
si poteva scegliere a che lezione partecipare a seconda dei propri interessi

ci sono state lezioni di
storia contemporanea
volontariato
violenza sulle donne
biologico
referendum per l’acqua pubblica
mafia
crisi finanziaria
tangentopoli
informazione in Italia
politiche energetiche
rifiuti

e cultura come le
letture di Nietzsche con in sottofondo il piano con musiche di Wagner

ma soprattutto l’analisi della riforma Gelmini
invitando varie fazioni per avere un quadro da più punti di vista

intervista ad Elena C. (una delle organizzatrici)

cosa manca di più nella vostra scuola che avreste inserito in una riforma?

– lezioni meno magistrali, la scuola come luogo aperto e luogo di interesse

– più fondi per le attività
  gestite però attivamente anche dagli studenti

– più attività sportive

– più stabilità degli insegnanti
  per una continuità e un coinvolgimento più attivo

– gestione migliore delle materie
  per dare modo agli studenti di approfondire
  e non di ingurgitare le lezioni una dopo l’altra senza il tempo di riflettere

quanto conta la cultura che in questi giorni ha animato la scuola?

– non è solo necessaria la conoscenza scolastica
  ma è necessario interessarsi a ciò che succede intorno a noi
  che possono essere iniziative locali o politiche, economiche
  di storia contemporanea

a cosa è servita l’autogestione?

– a dare una visione alternativa della scuola
  ma soprattutto a coinvolgere e informare
  gli studenti che non si erano interessati
  dei problemi relativi alla riforma
  e vedere che una parte degli studenti si impegnava e
  si interessava alla lezioni alternative ha sicuramente dato
  un buon esempio anche ai soliti assenteisti o perditempo

perché formare le nuove generazioni tenendole lontane dalla realtà della vita?

(Monica Bononcini)

Annunci
Categorie:

2 Comments

  1. Grazie dell’articolo. sono molto contenta di quello che è stato scritto a proposito dell’autogetione. E’ stato faticoso organizzarla, ma la soddisfazione che poi si ottiene alla fine è talmente grande, che tutto la fatica fatta poi si trasforma quasi in piacere. Piacere di aver fatto qualcosa insieme, “UNITI”. qualcosa che non solo si è mostrato interessante, ma anche un momento per noi studenti, un momento per rivendicare i nostri diritti, un momento per far capire che siamo in grado di autogestirci in modo costruttivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...