Hunt Oil se ne va e il Panaro non diventerà un groviera. Chi dobbiamo ringraziare?

Non di certo la provincia e la regione, che si era posizionata in modo abbastanza ambiguo in merito sin dal principio.

Ricorderete infatti che  la prima fase di VIA per la ricerca nell’area Secchia, era stata approvata senza che nessuno ne fosse informato; sul Resto del Carlino, si potevano perfino leggere rassicurazioni sul generis  : ” L’assessore (Muzzarelli ndr) dice anche che non sarebbero autorizzate tecniche non convenzionali per l’estrazione degli indrocarburi”.

C’era quindi da stare “sereni” considerando che i più grandi disastri ambientali negli ultimi anni causati da estrazioni di idrocarburi, si sono verificati proprio a seguito di teniche convenzionali.

Fortunatamente c’è anche chi merita doverosi ringraziamenti, tra cui le associazioni ambientaliste le  liste civiche ed alcuni comuni i quali si sono subitaneamente adoperati per porre in essere tutto quanto fosse in loro potere per ostacolare questo “ecologico” progetto.

Su youtube sono stati pubblicati video in cui venivano intervistati i cittadini di comuni come Guiglia, Serramazzoni, Marano etc.., praticamente nessuno di essi era a conoscenza di questo progetto, nessuno era stato informato, nessuno aveva idea di cosa probabilmente il futuro avrebbe riservato.

In data 12 luglio 2011 il Coordinamento delle liste Civiche, pubblicava un comunicato stampa, che invito tutti a leggere :

Hunt Oil – Comunicato stampa 12 luglio 2011-1

Infine, in vista della Conferenza di Servizi prevista per il 18 luglio 2011, relativa alla Procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) per il permesso di ricerca idrocarburi denominato “Fiume Panaro”, il Coordinamento delle Liste si era organizzato per una presenza attiva e concreta ma, fortunatamente, in data  13 luglio è giunta notizia che  la societa’ Hunt Oil company comunicava l’intenzione di rinunciare all’istanza presentata presso il ministero dello Sviluppo Economico e chiedeva contestualmente l’archiviazione della procedura di VIA in oggetto.

Crediamo che questa sia un’altra grande vittoria dal basso, una riconquista del nostro territorio che non merita di esser deturpato per delle ricerche che oramai sono tanto anacronistiche quanto antieconomiche.

Di seguito link l’articolo pubblicato sul sito della Lista Civica di Savignano sul Panaro :
LINK
Per ora possiamo tirare un altro respiro di sollievo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...