FUORI INSIEME DALLA CRISI ; Bersani e Favia a Vignola, il 23 novembre

Vi aspettiamo numerosi Mercoledì 23 Novembre presso la sala dei Frati Cappuccini a Vignola alle ore 20:30, per un serata di approfondimento e discussione su un tema che è riuscito a toccare nel profondo il tessuto sociale dei cittadini : la crisi.

Ne discuteremo con Marco Bersani, di Attac italia e Giovanni Favia, del Movimento 5 Stelle.

Non mancate!

Annunci
Categorie:

12 Comments

  1. Ringrazio per l’invito ma sentire parlare Giovanni Favia che ha calpestato le preferenze dei Modenesi non ci tengo proprio.
    Un edificio può essere in classe A ma se è costruito sul fango prima o poi crolla. Dispiace che una lista civica come Vignola Cambia che della democrazia dei cittadini ha fatto una bandiera si presti a fare pubblicità a chi ha calpestato proprio le preferenze dei cittadini.

  2. Salve a tutti, stavo replicando per dire che salvo imprevisti ci sarò! mentre scrivevo mi sono imbattuto nel commento di Vittorio, che mi lascia un po’ stupito, probabilmente mi sono perso qualche fetta di discorso .. ma lei parla dello stesso Favia che penso sia pubblicizzato sul volantino? Perchè io credo che quel Favia abbia “limitato” spettro di potere in quel di Bologna, dove dovrebbe svolgere il ruolo di consigliere, non sapevo avesse un potere così grande addirittura per calpestare le preferenze dei cittadini modenesi. In ogni caso penso che, considerando che siamo governati ( a livello nazionale) e “governati” ( in ambito locale a Vignola) da soggetti che calpestano le preferenze dei cittadini un giorno si, e l’altro pure, noncuranti del fatto che il voto è un dono che andrebbe curato assai.. credo che una “seconda possibilità” si possa dare anche a Favia ( nonostante non sappia nello specifico a cosa lei alluda). Se dovessimo additare Favia per aver calpestato le preferenze dei cittadini, allora chi siede nell’attuale amministrazione andrebbe , per assimilazione, “appeso”… a buon intenditore…

      1. Grazie per il link e certamente nei prossimi giorni andrò ad approfondire. Solo ora sto capendo a cosa lei allude, avevo inteso in realtà tutt’altro. In ogni caso, le propongo questa cosa… non sarebbe più interessante essere presenti all’incontro e, durante lo spazio per le domande del pubblico, porre al Sig. Favia alcun delle domande che le ronzano intesta?
        Uscire dalla crisi significa anche uscire da un sistema di poteri forti e di soggetti poco trasparenti e onesti. Tutto ciò che riguarda quel passato non deve appartenere al futuro che ci dovremmo meritare, quindi perchè non cogliere l’occasione per rivolgere le proprie domande e avere una risposta di cui è testimone un pubblico intero?

  3. chiedete pure a Favia, se avete voglia di sentirvelo dire di persona, ma se volete leggere vi posto la risposta in merito ai fatti in oggetto (la mancata scelte della Sandra Poppi come consigliera, nonostante le maggiori preferenze in quel di Modena alle regionali) che ho proprio ieri mandato ad una “grillina” fiorentina che mi chiedeva il motivo:

    provo, visto che non è semplice…

    intanto quello che è scritto nell’articolo
    http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fedicola.linformazione.com%2Farchivio%2F%2F20111114%2F03_MO1411.pdf&h=PAQEvgCUz

    è giusto, ma non c’è ovviamente tutto,

    il problema centrale è stato Ballestrazzi.
    scelto (sbagliando) come candidato sindaco di Modena, e risultato eletto,
    già in campagna elettorale, essendo una prima donna mooolto presuntuosa, aveva spaccato il gruppo grillino modenese.
    una volta eletto ha fatto un gruppo a se con dentro la Poppi.

    Alle regionali c’erano quindi due gruppi grillini divisi tra loro,

    Favia, portato a conoscenza, si è candidato anche su Modena per fare da cuscinetto tra i due e vedere se nel frattempo qualcosa migliorava (anche perché non si sapeva per niente se a Modena sarebbe stato eletto un consigliere regionale)

    quando si è visto che Modena aveva il consigliere e che la Poppi (il gruppo di Ballestrazzi) sarebbe potuta diventare consigliere regionale, avendo avuto più preferenze del primo dell’altro gruppo (Rocco C.), per impedirlo si sono inventate le “secondarie”.

    il meccanismo in se non è molto “democratico”, ma c’era da evitare che il Ballestrazzi, attraverso la Poppi (che controlla assolutamente!) mettesse piede in Regione.

    il Ballestrazzi nel frattempo ha preso la tessera della Lega Nord…(e la Poppi continua a pendere dal suo naso)

    saluti,

    1. E se fosse l’esatto contrario, Valmori? E vi foste sbagliati in modo grossolano? In realta’ dovrei offendermi ma quello che dici qualifica te, come ex candidato sindaco a Finale E. e il Movimento in modo inequivocabile. E` frutto di una cultura maschilista e retrograda che parla da solo. Democrazia, trasparenza, indipendenza e rispetto del voto e quant’altro

      1. ancora? il neoleghista ballestrazzi e la sempreverde poppi?
        dateci a mucchio…. andando avanti ad oltranza rischiate di farvi compatire!

  4. Gentili utenti, credo che questa non sia la sede più opportuna per discutere di faccende che tecnicamente non riguardano il tema che verrà trattato durante la serata del 23…
    E’ comprensibile che vi sia astio malcelato, e fastidi vari, ma ritengo che un tale incontinenza, sarebbe forse il caso di trasportarla direttamente durante la serata prossima ventura; qui siete off topic e troppo in stile “zuffa da bar”.
    Saluti

    1. Sono stato il primo a dire di non occupare lo spazio per una cosa che merita di essere approfondita in altre sedi ma non certo nella serata di mercoledì. Disponibile a partecipare ad un incontro sul tema che riguarda la democrazia. Comunque non era zuffa da bar ma chiarimenti schietti tra persone che c’erano in prima persona. I commenti servono a questo basta non offendere e mi sembra che non ci sia stata nessuna offesa.

      1. Certo, è però vero che detto una volta, se si continua a replicare, l’intento svanisce.
        Comunque ritengo che poichè si parla di crisi, il tema da voi sollevato non esulerebbe dal contesto. Sarebbe bene ricordare, che la crisi che attanaglia ora l’Italia non è solamente di tipo “economico” ma è anche, e specialmente, una crisi delle coscienze; coscienze marce e deviate che sono riuscite, grazie a negligenza, scarsa informazione e disinteresse, a piegare l’itero sistema economico italiano in concomitanza all’abuso di chi, ai piani alti, è riuscito a cogliere questa defaillance che da tempo caratterizza la stragrande maggioranza dei cittadini. E i restanti politici cosa hanno fatto? propaganda, sfoggio di virtuosismi vari, ma nella sostanza non si è mosso nulla.
        Per questo penso che sollevare anche la tematica dell’onestà reale e intellettuale non sarebbe fuori luogo, ma la scelta pare l’abbiate già presa prima ancora di postare i commenti. Rimango comunque dell’idea che un commento come quello inserito nel blog (il primo commento), non serva a nulla se non creare zizzania e confusione, mentre invece , un sano scambio di opinioni ed idee, anche a pena di sfociare nel “fuori tema”, sarebbe comunque più utile e costruttivo per tutti ( visto che il blog viene letto da un numero di persone sicuramente minore di quello che si avrà nella serata dell 23).

  5. Ci sono persone che non riescono a capire la situazione grave nel movimento 5 stelle,le testimonianze si moltiplicano ogni giorni in tutta Italia,ormai solo una persona con scarsa capacità critica non vedrebbe la situazione .Beppe Grillo sta portando avanti il suo movimento privato, intestato a lui con tutti i diritti del caso ,molti grillini hanno contestato altri sta bene tutto . La grave situazione di Modena non dovrebbe neanche essere discussa ,Giovanni Favia aveva bisogno di un lavoro e sta buono. Beppe Grillo è stato sempre una persona che ha creato il suo personaggio attraverso la satira politica ,il suo business con l’entrata politica è passata da 2 milione a 5 milioni di Euro. Ci sono persone che piuttosto che accettare che il proprio leader sbagli fanno la guerra ad ogni costo . Osservate sono sempre i soliti 4 o 5 ,concludendo meglio un sano leghista che uno sporco grillino . I simboli non sono nulla se non accompagnati dall’onestà. Le risposte avranno spesso una leva personale ,nessuna risponde nel merito della questione .Vittorio è una brava persona ,sia a Destra che sinistra decida di andare .

    Gaetano Vilnò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...