Bilancio di previsione 2012: una profonda delusione

Iter di approvazione del Bilancio a Vignola; una pratica riservata a pochi intimi

La lista di cittadini Vignola Cambia intende esprimere un totale disappunto rispetto alle pratiche di stesura, discussione ed approvazione del bilancio perseguite dalla Giunta Denti.

Il nostro pensiero –e critica– scaturisce da una reiterata abitudine, ben palesata nei due anni precedenti, nel voler trattare la questione del complesso iter che caratterizza il bilancio, utilizzando uno schema di tipo personalista.

Un’ottica di questo tipo, cozza terribilmente con quelli che dovrebbero essere i cardini di liceità e pubblicità afferenti il tema del Bilancio.

Anzitutto è bene ricordare che nel momento in cui si redige un bilancio, si rende necessaria una complessa e minuziosa analisi economico-finanziaria-sociale degli anni precedenti, dello stato attuale e di ciò che si intravede nel futuro della città in cui viviamo.

Tra i documenti proposti, è certamente presente il bilancio pluriennale e il bilancio delle opere pubbliche, ma l’analisi a cui noi ci riferiamo, si posiziona a un livello molto più organico del processo decisionale, a monte delle opere e dei numeri ritoccati o spostati qua e la con troppa facilità.

Un esempio attuale e tangibile ci viene offerto da questa spossante crisi economica che, nonostante le arcinote e più volte ribadite caratteristiche di crisi eccezionale e non ciclica, non è stata contrastata in maniera efficace da questa amministrazione.

Nei due anni precedenti non è stata infatti pianificata alcuna strategia di rilancio economico e, nel bilancio 2012, non solo questa strategia manca, ma al di là dei proclami trionfali e idilliaci della giunta, ritroviamo solamente un aggravio di spese a carico dei cittadini, tra cui la pesante e opprimente spada di Damocle chiamata “IMU”.

Una imposta questa, che ricadrà inesorabilmente a tappeto su tutte le fasce sociali, incluse quelle che dovrebbero ridare produttività e occupazione tra cui industrie ed agricoltura.

Sappiamo che l’Amministrazione con un articolo lanciato sul Resto del Carlino in data 11 aprile, dichiara che “non sono stati tagliati servizi per famiglie e scuole”.

Ci domandiamo se questo non sia solamente uno specchietto per le allodole; va infatti analizzata la situazione su un piano più macro.

Una famiglia che prima si sostentava con uno o due stipendi, e nel corso del 2011, o del 2012, a causa di una mancanza di politiche di sostentamento delle imprese, si venisse a trovare senza due stipendi, riuscirebbe a giovare di questi miseri “non tagli”? Non preferirebbe forse avere un lavoro ed una retribuzione stabile e continuativa?

Vi è una profonda antitesi ed incoerenza tra quanto progetta a parole questa amministrazione (rilancio economico) e la realtà dei fatti, ossia un aumento della imposizione fiscale a mezzo IMU.

Vignola Cambia si è già espressa contrariamente, attraverso un ODG, all’inserimento di una doppia imposta IMU su terreni ed immobili ad uso agricolo, poiché si sarebbe letteralmente uccisa tutta la produzione agricola, già precaria di questa zona.

Ma questo non è sufficiente!

Riteniamo sia doveroso operare attraverso una ri-allocazione delle risorse, liberando una considerevole parte della gestione ordinaria per tentare così non solo un abbassamento dell’aliquota IMU, ma promuovere anche una vera, e non solo verbale, politica di rilancio economico.

Rilancio che si dovrebbe tradurre nella promozione della green economy e verso il sostentamento dei progetti agricoli di filiera corta.

In questo senso Vignola Cambia, per l’anno 2012, ha presentato solamente 2 emendamenti condivisi con la lista civica “Città di Vignola” e nulla di più; tutto ciò per una molteplicità di essenziali motivi.

Primariamente riteniamo offensivo nei confronti dei cittadini, che sia già il terzo anno in cui, la Giunta vignolese, disattende la promessa di presentazione del bilancio ai cittadini; e per promessa si intende una reale volontà di presentazione e di pubblicità. Non un tentativo maldestro privo di eco alcuna.

Secondariamente che tipo di lavoro serio e ponderato si può attuare in soli 7 giorni (con le festività pasquali incluse) di tempo? Questo è il tempo che ci è stato concesso dall’amministrazione, dal momento in cui ci è stato inviato Bilancio al termine ultimo per la presentazione degli emendamenti, stabilita per l’11 aprile.

Un lasso così breve di tempo, può portare solamente ad errori di calcolo, analisi superficiale o mancanza di tempo per unire e raccogliere i tanti dati necessari alla creazione di emendamenti solidi e migliorativi (dato che una lista civica non dispone di un ufficio apposito addetto ai calcoli sic!).

Inoltre vogliamo ricordare che sia per l’anno 2011 che per l’anno 2010, ci siamo impegnati nel redigere una molteplicità di attenti e precisi emendamenti che sono stati puntualmente rifiutati senza neppure una reale e seria discussione.

Quale forma di politica persegue quindi l’entourage del sindaco?

Nel 2012 non è accettabile che si rifiutino per due anni di fila tutti gli emendamenti proposti, ( e giudicati ammissibili) come anche quelli della lista Rubbiani, solo perché non risultiamo presumibilmente morbidi e ossequiosi nei confronti di questa amministrazione.

Siamo stanchi dei soliti teatrini che vedono concessioni in cambio di una contropartita : “ok approviamo questo emendamento a patto che voi poi facciate o ci sosteniate in questa o quella occasione”.

Ci opponiamo fermamente a questa politica e crediamo con determinazione in una sinergia tra le forze sincere ed umili che lottano insieme ai cittadini e che sorgono per mezzo di essi.

Il fine ultimo di tutto ciò, è anelare ad una maggiore tutela del cittadino, che è stato relegato all’ingiusto e ridicolo ruolo di spettatore che non ha voce in capitolo nei processi decisionali, anche nel caso in cui venga sostenuto da una forza che ne raccoglie e carpisce l’interesse collettivo, forza che Vignola Cambia vorrebbe interpretare al meglio.


Annunci
Categorie:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...