DICHIARAZIONE AMBIENTALE 2014 – 2016 Aggiornamento 2015

 

Dichiarazione Ambientale

(clicca per scaricarla)dichiarazione ambientale

Prefazione del sindaco

Attenzione all’ambiente non vuole solo dire proporsi dei buoni intenti, ma, quando si hanno dei ruoli di responsabilità, significa soprattutto stabilire fatti misurabili e darsi un metodo e una prassi per applicazione. L’attuale Amministrazione del Comune di Vignola ha puntato sensibilmente sul sapersi distinguere per una forte attenzione in questo ambito, all’interno del quale la certificazione Emas rappresenta un elemento di primo piano. Il contesto vignolese è da un lato sufficientemente vasto per permettere di osservare, anche in tema ambientale, la portata positiva in una realtà articolata di scelte che vanno nella giusta direzione. D’altro canto rimaniamo in un ambito sufficientemente circoscritto per poter avere uno sguardo complessivo e feedback in tempi relativamente brevi rispetto alle azioni intraprese.

L’Amministrazione in carica ha posto da subito grande attenzione al tema dei rifiuti. In sede di Unione Terre di Castelli sono state innanzi tutto definite le nuove linee guida che riguarderanno il prossimo bando per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti. Grazie a questo documento, il gestore che presterà servizio a partire dal 2017 dovrà agire dentro a un quadro ulteriormente virtuoso, con modalità che sono del tutto incentrate ad aumentare sensibilmente la raccolta differenziata e una gestione trasparente dei rifiuti raccolti. Il porta a porta totale su tutto il territorio comunale, accompagnato da tariffe puntuali sul rifiuto prodotto è l’orizzonte che ci siamo posti per servire i cittadini al meglio, educando al contempo alla sobrietà e responsabilità dei consumi.
Abbiamo già rinnovato con l’attuale gestore le sperimentazioni porta a porta attive nei quartieri del centro storico e del Bettolino, là dove non eravamo sufficientemente soddisfatti dei risultati raggiunti dalla precedente sperimentazione. Abbiamo modificato la turnazione dei passaggi della raccolta porta a porta, aumentato la raccolta stradale del vetro e introdotto la raccolta dell’organico in centro storico non solo per i ristoratori come in precedenza, ma per tutti i cittadini. Abbiamo modificato la tipologia di raccolta dei rifiuti nel villaggio artigianale inserendo il porta a porta totale e l’eliminazione di tutti i contenitori stradali. Questo per eliminare criticità importanti come l’abbandono di materiali pericolosi, rifiuti di processo e rifiuti ingombranti, naturalmente in un’ottica di aumento sensibile della raccolta differenziata. Si tratta del primo vero esempio a Vignola di porta a porta.
Vignola è anche un comune particolare sotto un profilo territoriale, dove si incrociano diversi confini, tra città e campagna, tra pianura e collina, tra abitato e fiume. Si tratta di un territorio dove convivono diversità ed emergenze particolari, dove è indispensabile mettere in atto una politica ambientale che tenga conto di queste caratteristiche. Certamente l’ambito del fiume Panaro è dove si concentrano gran parte delle attenzioni. Il fiume è un vero e proprio corridoio verde che attraversa da sud a nord il territorio, elemento delicato per il suo impatto sulla biodiversità e per il complesso e fondamentale equilibrio della gestione delle acque. In questo ambito il nostro criterio è quello di unire la sicurezza al più ampio rispetto possibile del contesto naturale. Ecco che allora da un lato sono in corso operazioni di pulizia dei percorsi ciclo-pedonali, attraverso potature e rimozione di  elementi pericolanti, così come è costante l’attenzione per tutto ciò che possa andare a costituire intralcio per il corretto funzionamento delle opere idrauliche. D’altro canto nelle aree dove il bosco igrofilo si è diffuso senza andare a creare situazioni di intralcio alla sicurezza idraulica, la nostra intenzione è quella di eliminare qualsiasi intervento non strettamente necessario, evitando così la distruzione di ecosistemi causati dal prelievo tramite mezzi meccanici di biomasse da questi contesti, distruzione che avviene al suolo come sulle alberature. Il corridoio ecologico del fiume Panaro rappresenta un passaggio ed un luogo di riparo privilegiato per il ritorno di una fauna in larga parte autoctona che dopo essere stata colpita dallo sviluppo disordinato dei decenni passati, sta tornando a crescere e a spostarsi dai territori montani e collinari verso la pianura.

Ci troviamo quindi in un punto privilegiato per osservare questo fenomeno e cogliere anche qui nell’immediato, attraverso questo straordinario indicatore, l’impatto delle scelte che andiamo a fare in termini di pianificazione del territorio, politiche energetiche, smaltimento dei rifiuti. A questo proposito stanno iniziando i lavori di bonifica e riqualificazione in riva sinistra del fiume, a fianco del Percorso Natura, dove a termine dell’intervento verranno realizzati orti urbani coerentemente con l’applicazione del progetto di salvaguardia attiva del patrimonio territoriale, contenuto e sviluppato all’interno del “Contratto di Fiume / paesaggio del medio Panaro”, che vede, tra il gruppo di comuni rivieraschi partecipanti, il Comune di Vignola come ente capofila.Vogliamo dunque proseguire nel segno di un’attenzione sempre maggiore e in un’educazione civica che sia anche educazione all’ambiente e al territorio, per il beneficio dell’intera collettività.

Il sindaco del Comune di Vignola
Mauro Smeraldi
Annunci
Categorie:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...