E’ UN SABATO D’AUTUNNO: CON LE FOGLIE CADE LA SPERANZA CHE LA STAMPA SIA OBIETTIVA

Sabato, 21 ottobre 2017, ore 9 del mattino.

Consiglio Comunale di presentazione delle linee programmatiche della nuova Amministrazione.

Si tratta di una seduta “aperta”, in cui per i cittadini vignolesi presenti sarà possibile intervenire nel dibattito.

Poco pubblico, però, in contrasto con le aspettative della maggioranza (sembra siano passati decenni dall’autunno 2014, quando, in occasione di un Consiglio con il medesimo ordine del giorno, la Rocca di Vignola accolse quasi 300 persone, a indicare l’enorme interesse per l’esperienza di governo, “rivoluzionaria”per fisionomia e prospettiva politiche, avviata da pochi mesi da una coalizione di tre liste civiche).

Sei ore di Consiglio, sabato, dalle 9 alle 15, caratterizzate da una forte dialettica, mai adagiate sulla stantia routine di certe riunioni di un passato non lontano, in cui maggioranza e opposizione si limitavano a eseguire un didascalico gioco delle parti.

Non ci soffermiamo sui contenuti del lungo incontro: si rimanda alla registrazione.

Compiamo una deviazione in una strada apparentemente secondaria del dibattito politico, la cui influenza sull’opinione pubblica è però enorme. Il tema è quello dell’informazione, così importante, così complesso, che non intendiamo neppure sfiorare in un contesto così veloce.

Un episodio piccolo piccolo, ma…

Resoconto della giornata di sabato scorso in un giornale “provinciale”, di tiratura non trascurabile: l’estensore dell’articolo inquadra un uomo solo al comando, il Sindaco Pelloni, che illustra le incomparabili linee programmatiche della sua giunta, una sorta di panacea di tutti i mali volta alla felicità assoluta, condite di attacchi a una piccola opposizione incapace di proporre.

L’opposizione, appunto. Nessun riferimento diretto nel testo del giornale.

L’opposizione, che ha tenuto la testa alta dal primo all’ultimo secondo, argomentando in termini di visione politica e di dettaglio tecnico. E qui ci fa piacere parlare di opposizione in generale, includendo sia Vignola Cambia che Partito Democratico, spesso distanti quanto a concezione dell’azione politica. Vignola Cambia poi – va sottolineato – si è distinta per la qualità della partecipazione. Dagli attivisti seduti in sala, infatti, sono venute proposte e richieste animate dal solo spirito civico, senza accentuazioni d’appartenenza.

Ma sabato, nella bella sala consiliare del Comune di Vignola, non c’era opposizione, non c’erano cittadini partecipativi. Sul palcoscenico istituzionale, una sola presenza, autorevole e infallibile: il giovane Sindaco di Vignola.

Ce lo assicura “La Gazzetta di Modena”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...