COOP E NUOVA SCUOLA

Dopo la sconfitta sulla polizia municipale (mancata uscita dal Corpo Unico dell’Unione) si profila un altro flop, doppio in questo caso, per l’amministrazione di Vignola.

Con delibera di Giunta n. 162 del 28 dicembre 2017, l’amministrazione ha dichiarato non attuabile la proposta urbanistica della Coop di delocalizzazione e ampliamento in zona Tangenziale. E’ certamente legittimo essere contro il progetto COOP, ma anche questa volta (come nel caso della Polizia Municipale) è il procedimento scelto che è illegittimo. Per due ragioni: la competenza per una delibera del genere, secondo il contenuto dell’accordo firmato con Coop e secondo i principi generali del diritto urbanistico, non è della Giunta, bensì del Consiglio Comunale. Inoltre i motivi di interesse pubblico addotti, consistenti nel rispetto del principio del saldo zero nel consumo di territorio, di cui alla nuova legge urbanistica regionale, sono fuori luogo. La nostra amministrazione ha adottato nel 2016 una variante che restituisce a destinazione agricola circa 12 ettari di terreno prima edificabili, e quindi il saldo a Vignola è ultrazero!

Come i cittadini ben sanno, la realizzazione del progetto COOP serviva soprattutto per costruire la nuova scuola media. Ed è qui che la nuova amministrazione dà il meglio di sé. Fin dalla campagna elettorale e poi subito dopo il suo insediamento ha sbandierato ai quattro venti che la nuova scuola non serve e che verranno recuperate aule nelle ex Barozzi. Anche questo legittimo. Peccato che nel frattempo la procedura per la concessione a Vignola di un finanziamento statale di euro 420.000 per la costruzione della nuova scuola (da noi richiesto) sia andata avanti e si sia conclusa positivamente in questi giorni, senza che la Giunta rinunciasse al finanziamento o ne chiedesse una diversa destinazione. Anzi, interpellato dalla Provincia, il Comune di Vignola, molto recentemente, nel SETTEMBRE 2017, ha confermato l’investimento per la nuova scuola e quindi la richiesta di finanziamento. La conclusione è che 420.000 euro andranno persi per incapacità amministrativa, a meno che, vincendo le elezioni la Lega, il ministero non faccia carte false per mantenere il finanziamento. Ma questo è un altro discorso.

In pochi giorni un doppio risultato: una delibera di Giunta che molto probabilmente sarà impugnata dalla COOP, con conseguenti consistenti spese, e un finanziamento statale di 420.000 euro andato in fumo. Complimenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...