LA RICETTA DELL’AMMINISTRAZIONE LEGHISTA: PIU’ TASSE E PIU’ MULTE

LA RICETTA DELL’AMMINISTRAZIONE LEGHISTA: PIU’ TASSE E PIU’ MULTE

Il SIndaco Pelloni ha dichiarato che il bilancio approvato dalla maggioranza di Vignola guarda al futuro ed è un bilancio innovativo. Si tratta evidentemente di una barzelletta.

Nella realtà Vignola è una città ingessata e grigia, priva di iniziative, economiche o culturali che siano. Per mantenere l’esistente, l’amministrazione aumenta le tasse, e in particolare l’addizionale IRPEF. Le famiglie con reddito da 15.000 a 28.000 euro pagheranno lo 0.15% in più, quelle con reddito da 28.000 a 55.000 euro lo 0.20% in più, quelle con reddito da 55.000 a 75.000 euro lo 0.25% in più, e quelle oltre 75.000 euro di reddito lo 0.30% in più. In altre parole, a pagare saranno sempre gli stessi: quelli che pagano già le tasse. E se i cittadini di Vignola risparmieranno (forse) 10 euro per il pattume, ne pagheranno 100 in più per l’IRPEF.

Ancora peggio è la situazione sul fronte della sicurezza.Il Comune di Vignola pagherà circa 100.000 euro in più per fare fronte all’assunzione di nuovi agenti di Polizia Locale. Complessivamente 10 in più da dividere fra tutti i Comuni dell’Unione. Finora ne sono stati assunti 5, ma se ne sono andati 6, per pensionamento o trasferimento. E quindi 5 – 6 = -1. Ma il Comune di Vignola dove troverà le risorse per potere effettuare le nuove (?) assunzioni? Lo ha spiegato l’assessore alla sicurezza: le risorse saranno ricavate dall’aumento del numero delle multe. In altre parole gli agenti dovranno multare di più i cittadini vignolesi, per arrivare all’assunzione di nuovi agenti. La polizia locale (come ha sostenuto il sindacato di categoria) diventera’ una sorta di bancomat per il Comune. E a pagare saranno sempre gli stessi.

Ma non è finita. I sindaci dell’Unione, per andare incontro (?) al sindaco leghista Pelloni, il quale sostiene che occorre affrettare (?) i tempi, hanno pensato di ridimensionare il polo della sicurezza, limitandolo alle sedi della Polizia Locale e della Protezione Civile, ed escludendo la costruzione della nuova caserma per i vigili del fuoco, ritenuta viceversa essenziale dai Vigili del Fuoco stessi. Questi ultimi attualmente operano in locali assolutamente non idonei, per i quali tra l’altro l’affitto è corrisposto, in violazione della legge, dai Comuni dell’Unione e non, come dovrebbe essere, dal Ministero dell’Interno. Ma i sindaci dicono che bisogna fare presto a realizzare il Polo. Tanto presto che non è ancora stato predisposto il progetto esecutivo, che occorreranno mesi per ottenere il necessario finanziamento e altri mesi per la gara di assegnazione della costruzione. A quando la prima pietra?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...