AL TRENO ED VGNOLA

Con il mio amico Ivo Gnudi negli ultimi anni in cui si viaggiò insieme si parlava di come si poteva richiamare l’attenzione dei vignolesi sulla stazione dismessa dei treni. Trattasi degli edifici “arlie” e pericolanti che ora vogliono ruspare.

Così, lui cominciò a far fotografie cercando di carpire l’anima da quelle pietre e io delineai una possibile narrazione sulla nostra ferrovia.
Avremmo voluto fare uno spettacolo sull’argomento e altre iniziative.
Quando la Giunta Smeraldi elaborò e portò in Consiglio la ristrutturazione, ci dicemmo: “che bello”.
 E aumentò la nostra convinzione nel nostro progetto.
Allego il pezzo in dialetto che lessi, come d’abitudine, per primo a Ivo. Perché lui era il capostazione del treno.
Maurizio Tonelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...