L’amministrazione Pelloni contro la storia

Arriva a Vignola con il patrocinio e il contributo del Comune la deriva sovranista degli amici ultracattolici dell’estrema destra

 

Il patrocinio e il contributo economico del Comune di Vignola al sedicente “Secondo Convegno Nazionale di Studi Storici Cattolici”, in programma sabato all’interno della Sala Consiliare sono il segno tangibile di una deriva che non ha niente a che fare con la storia e con la cultura, ma che obbedisce alle logiche di un nuovo utilizzo ideologico e strumentale della cosa pubblica.

Se gli individui e le associazioni sono pienamente libere di portare avanti le proprie idee, e la Costituzione tutela giustamente l’espressione finanche di quelle più settarie e retrograde, così non è per i Comuni, che tramite gli strumenti del patrocinio e del finanziamento sono chiamati a promuovere l’interesse collettivo della comunità.

Ma basta una veloce lettura degli articoli e delle pubblicazioni degli ospiti di tale “Convegno” per rendersi conto che qui siamo davanti a qualcosa di diametralmente opposto.

Relatori come Mauro Tranquillo e Massimo Viglione portano avanti un’agenda inquietante che, attraverso un uso distorto della divulgazione storica, vorrebbe dare legittimità a posizioni estremiste e radicali. Il loro revisionismo è infarcito di disprezzo e odio per il diverso, di pregiudizio, di attacchi a fedeli di altre confessioni, a ebrei, musulmani, atei, agnostici. Se la prendono con i “cattolici tiepidi” e parlano di “eresia modernista”. Se Tranquillo è un fiero esponente dell’estremismo veterocattolico Lefevbriano (uno che dichiara: lavoriamo a un’opera opposta a quella del clero attuale: loro lavorano a distruggere la cristianità, noi a ricostruirla”), Viglione è autore di riferimento di Forza Nuova e coltiva tra le altre una morbosa ossessione contro femministe e omosessuali. Particolarmente inquietanti le sue affermazioni su ebrei ed ebraismo. Sarebbero personaggi banalmente risibili, se la rete che li sostiene non rappresentasse oggi un network sempre più appoggiato e foraggiato da nuovi gruppi di interesse e di pressione.

Dov’è allora l’interesse della collettività nel promuovere e nel contribuire a questa agenda di disprezzo e disinformazione?

Da nessuna parte. Infatti l’interesse in gioco è del tutto politico e particolare, siccome questi soggetti rientrano nella cerchia dei divulgatori sovranisti e nemici della democrazia occidentale tanto cari ai referenti politici del Sindaco Pelloni, come l’ex ministro ultrà pseudo cattolico Fontana. E presso costoro il primo cittadino è evidentemente ben felice di continuare ad accreditarsi.

Partecipe della “bella operazione” è la visione distorta delle politiche culturali che ha l’attuale maggioranza, convinta che fino a ieri la cultura fosse brutta e sporca perché in mano ai comunisti cattivi. Mentre adesso per contrappasso starebbe a loro la facoltà di farne un uso deliberatamente strumentale. E così facendo, per ironia della sorte finiscono per essere proprio loro oggi la cosa più simile al modo di ragionare di una sezione del PCI di 50 anni fa.

È doloroso guardare infine anche a come il mondo cattolico locale venga sbertucciato da iniziative come questa, che niente hanno a che spartire con le parrocchie che abbiamo conosciuto crescendo chi al loro interno, chi comunque mai in fin dei conti troppo lontano da esse. Da Don Mario Pellegrini in avanti, siamo convinti che i parroci di Vignola sarebbero stati se non apertamente inorriditi, quantomeno fortemente imbarazzati dal vedere affissi i manifesti di questa iniziativa. Confidiamo che ancora oggi queste siano la nostra “terra” e la nostra “identità”, se è così che bisogna parlare per farsi capire da costoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...