12 febbraio 1945, lunedì

A Pratomavore a Vignola sono impiccati per rappresaglia 8 artigiani.

Ne viene imposta la esposizione per due giorni per terrorizzare la popolazione:

Lino Bertarini, Giovanni Caminati, Italo Donini, Danilo Grana, Omero Lancellotti (M.A.v.m.), Menotti Nicoletti,

Franco Nasi, (M.A.v.m.) Secondo Venturi

NESSUNA TOLLERANZA A FENOMENI INDIVIDUALI O COLLETTIVI DI:

autoritarismo, xenofobia, razzismo, sessismo perché essi sono i suoi elementi fondativi.

VANNO COMBATTUTI IN OGNI LORO MANIFESTAZIONE SENZA TREGUA